Inci SmaltoOggi parliamo di inci, no non è una nuova marca e non è neppure una nuova collezione.

Per chi non lo sapesse l’inci, ovvero “International Nomenclature of Cosmetic Ingredients”, è la denominazione internazionale utilizzata per elencare in etichette tutti gli ingredienti di un prodotto cosmetico.

Ogni cosmetico immesso sul mercato ha l’elenco degli ingredienti scritti in ordine decrescente rispetto alla concentrazione contenuta nel prodotto: al primo posto è indicato l’ingrediente contenuto in percentuale più alta, a seguire gli altri, fino a quello contenuto in percentuale più bassa.

Ciò significa che ogni cosmetico ha una lista che ci dice esattamente cosa stiamo mettendo a contatto con il nostro corpo, ciò è molto utile per fare una selezione di prodotti che purtroppo alcune volte sono dannosi o che possono creare allergie.

Ma chi di noi sa leggere davvero l’inci scritto in latino, in inglese e con tutti ingredienti a noi sconosciuti?

Purtroppo per la maggior parte dei prodotti cosmetici è un arduo compito e per capire come orientarsi bisognerebbe studiare un po’ e documentarsi.

Per fortuna, per quanto riguarda gli smalti, è più facile imparare a leggere l’inci e capire quali sono quelli da evitare.
Inci Smalto
Premetto che non voglio fare terrorismo (se ne trova fin troppo sul web), il mio obiettivo è solo dare a tutti la possibilità di capire di più questo mondo.

Scopriamo quindi quali sono gli ingredienti ”nocivi” presenti negli smalti:
– Formaldeide;
– Toluene;
– Dbp;
– Canfora.

Questi prodotti sfortunatamente sono spesso presenti negli smalti e sono anche molto dannosi, basti pensare che in molte nazioni sono addirittura vietati perché riconosciuti cancerogeni.

Certo non arrivano al punto di uccidere, ma non fanno neanche bene!
Inci Smalto
Purtroppo in Italia sono permessi in piccola quantità, ma ahimè anche in piccola quantità, risultano pessimi.

In sostanza, quindi, l’unica cosa da fare prima di comprare uno smalto è leggere  il suo inci, se trovate nell’elenco uno di questi ingredienti o peggio ancora tutti e quattro, rimettete lo smalto sullo scaffale e sceglietene uno privo di sostanze nocive. L’inci dello smalto è scritto sull’etichetta, spesso è necessario sollevare il primo strato adesivo per leggere sotto gli ingredienti.

La scelta dello smalto non deve esser fatta solo in base al colore e alla marca, è giusto avere più consapevolezza nell’acquisto, non credete?

Gli ingredienti nocivi oltre ad esser dannosi perché assorbiti dal nostro corpo, sono anche causa di unghie deboli e sfaldate.

Scommetto che tutte noi desideriamo unghie forti, belle e lunghe… beh il primo passo da fare è proprio evitare i prodotti nocivi.
Inci Smalto
Sarà un paradosso, ma per esempio, la maggior parte degli smalti rinforzanti in commercio sono a base di formaldeide, la quale sicuramente ha un effetto indurente, ma il danno che provoca è molto più grande del beneficio.

C’è chi crede che basti mettere una base per poter usare anche prodotti con un pessimo inci, ma non è così, infatti anche con una buona base il prodotto potrebbe esser assorbito e quindi provocare danni e/o allergie.

In ogni caso consiglio sempre e comunque di mettere la base prima dello smalto, qualunque esso sia.

Spero di esser stata di aiuto a tutte coloro che non conoscevano queste piccole informazioni e di aver sensibilizzato ad un consumo consapevole.

Chi ha sempre sognato di farsi i capelli rossi, o per chi li ha già e vuole valorizzarli, in questo articolo troverà consigli utili per riuscirci. Innanzitutto se avete paura di tingervi di rosso, fatevi passare il timore.

Il rosso è un colore molto glamour, davvero sexy ed elegante. Il rosso è una tonalità che va bene su quasi ogni carnagione, non è vero che è migliore sulle pelli chiare. Per notarlo basta vedere come dona alla perfezione su carnagioni caffè-latte come quelle di Rihanna, Tyra Banks o Beyonce.

Capelli rossi

Tra le ultime star a tingersi di rosso ci sono Katy Perry e Kristen Stewart. Nel passato e nel presente tra le più belle rosse ricordiamo Amy Adams, Ashlee Simpson, Blake Lively, Geri Halliwell, Shakira, Julianne Moore, Emma Stone, Kristen Dunst, Marcia Cross, Julia Roberts, Nicole Kidman.

Capelli rossi

Personalmente vado matta per i capelli ricci rosso mogano di Rihanna che fu, e anche per il colore di Ashlee Simpson, se notate i suoi magnifici occhi verdi spiccano ancora di più col rosso dei capelli, stessa cosa vale per Emma Stone!

Capelli rossi

Il primo consiglio che diamo per chi sta pensando di tingersi di rosso è quello di provare la tonalità giusta mediante makeover, di cui abbiamo parlato in un passato articolo. E’ anche utile chiedere consigli al proprio parrucchiere, in quanto una sfumatura di rosso anche leggermente diversa può far la differenza tra un bell’effetto finale e un effetto che invece non dona al vostro viso.

Per curare i capelli e mantenere il colore una volta realizzato ci sono vari prodotti in circolazione. Qualche esempio? Pantene ProV Color Revival, Pantene Restoratives Time Therapy, Elvive Color Vive…

Capelli rossi

Se avete paura che il colore vi stanchi scegliete una colorazione non permanente che dopo qualche lavaggio se ne va. In tal caso è quindi utile un colore privo di perossidi o ammoniaca. Se avete i capelli secchi e sfibrati e li tingete in casa è utile usare anche una maschera ristrutturante per capelli, così da nutrirli dovutamente.

L’hennè è una soluzione ottimale per chi non vuole rovinarsi i capelli perché a differenza delle normali tinte, non penetra nel capello ma lo ricopre. Attente però se avete i capelli biondi, perché l’henne conferisce un colore molto intenso.

Annunci