La moda anni 50, uno stile bon ton che per molte donne è un vero e proprio modo di essere, uno stile di vita e di abbigliamento.

 

Certi stili non tramontano mai. La moda conquista, passa e ritorna e riconquista. Il fashion cycle è continuo, non si ferma mai. La moda del passato spesso è reinterpretata . Gli stilisti scavano nei loro archivi per trovare nuove fonti di ispirazione ed ecco che modelli del passato, abiti ormai caduti in disuso tornano a fare la loro comparsa sulle passerelle in nuovi colori, tessuti, fantasie e lunghezze. E poi come sapete sono sempre gli accessori a dare quel tocco in più innovativo e non aspettato.

Lo stile tipico della moda anni 50 non passa proprio mai, al massimo cade in secondo piano ma ci sono donne che a quegli anni si ispirano completamente, vi basterà pensare a Dita Von Teese icona pin up che ha anche disegnato una linea di lingerie, Von Follies , ispirata proprio a quel fantastico decennio. Per l’appunto, cosa aveva di così magnifico quel periodo?

Moda anni 50 stile retro e tendenza bon ton

Le linee degli abiti erano morbide, le gonne scivolavano lungo i fianchi senza “segnare” le rotondità . Le curve erano un punto di forza e non di debolezza come accade oggi. Le donne sfoggiavano poi un invidiabile vitino di vespa , infatti il punto vita è proprio la parte forte che identifica meglio quegli anni. Mettere in risalto il punto vita stringendolo serve soprattutto per delineare la silhouette, in fondo ce lo dimostra anche Elena Mirò che da sempre lavora sul girovita come potete vedere dalla sua collezione di abbigliamento primavera/estate 2012.Le grandi donne del passato sapevano come giocare con la loro femminile rotondità. Ma vediamo nello specifico di cosa è fatta la moda degli anni 50. La gonna era un must . A ruota possibilmente e a vita alta e stretta tanto da poter sottolineare meglio il punto vita. Al di sopra delle gonna il look giusto prevedeva maglie attillate tanto da scolpire le linee del seno, camicie un po’ morbide e top in con lavorazioni. Tra la parte superiore e la gonne era sempre bene spezzare con una cinta magari gioiello per la sera. I pois erano le stampe preferite di quel periodo anche se le fantasie floreali non sono mai tramontate soprattutto se declinate in colori candidi.

Moda anni 50 stile retro e tendenza bon ton

Non sottovalutate il potere degli accessori , in primis il foulard . Le donne di quegli anni lo usavano maggiormente da portare al collo e, all’occasione, si coprivano il capo. Credo che nell’immaginario di tutti ci sia l’immagine della donna del passato che giuda una decapottabile con un foulard che le racchiuda i capelli. Le borse erano soprattutto maxi per il giorno quindi grande spazio alle shopper colorate mentre, alla sera, si preferivano delle piccole pochette di ottima fattura da portare rigorosamente a mano.
Le scarpe non erano affatto come quelle che siamo abituate a vedere oggi perché il tacco si aggirava tra i 5 e gli 8 cm al massimo!
Il guanto in pizzo , da indossare soprattutto dal tardo pomeriggio in poi era il tocco in più per le gentil donzelle. Anche il trucco non era affatto vistoso. Cosa occorreva per essere perfette? Un eyeliner nero e un rossetto rosso, un pettinatura morbida un voluminosa e il gioco è fatto.

Moda anni 50 stile retro e tendenza bon ton

Non disperate, è ancora possibile vestirsi secondo lo stile degli anni 50 perché quest’anno quei capi così morbidi e femminili sono tornati di moda. Su molte passerelle abbiamo assistito a un gran ritorno dello stile bon ton tipico degli anni 50 quindi ora non vi resta solo che scegliere.

Annunci